ARTICOLI RECENTI ARTICOLI&CONSIGLI BEAUTY EXPERTS

I PIEDI SI TAGLIANO E TI FANNO MALE? TI SVELO COME PREVENIRE E COMBATTERE LE RAGADI di Barbara Turconi


Ora voglio parlarti di una situazione che accomuna molte persone e di entrambe i sessi: le ragadi.
Si tratta di vere e proprie crepe nella pelle che, solitamente, colpiscono i talloni e gli spazi interdigitali.
Tali tagli, nella peggiore delle ipotesi, possono lacerarsi ed arrivare persino a sanguinare!
Le ragadi compaiono principalmente nei mesi invernali.
Sai perché?
Innanzitutto perché fa più freddo e, di conseguenza, la pelle si secca più velocemente ma, anche perché, in questo periodo, tendi a trascurare i tuoi piedi!
Non ti sto dicendo nulla di nuovo, vero?

leg-1505033_1920
Molte clienti, infatti, mi confessano che in inverno non badano molto ai propri piedi.
La scusa è sempre la stessa: “Tanto sono nelle scarpe chiuse, non li vede nessuno.”
Peccato che se i piedi cominciano a cedere, l’intero corpo ne risente!
Ormai te l’ho spiegato più volte, ma è una questione su cui non transigo.
Tornando alle ragadi, purtroppo, non è soltanto il freddo a causarle.
Possono formarsi persino nella stagione calda!
In estate, infatti, è facile il loro insorgere soprattutto nella zona tra le dita perché l’umidità e la sudorazione che si creano è così elevata da far, spesso, lacerare la pelle.
Ci sono però alcune circostanze particolari che influiscono maggiormente sulla formazione delle ragadi.
Sei pronta a scoprirle?
Ti sto per svelare le 12 cause principali delle ragadi.
1. Il freddo e il caldo. Come anticipato, il primo secca la pelle, portandola a “rompersi”,
mentre il secondo genera umidità e sudorazione tra le dita, lacerandone la pelle.
2. Elevata secchezza o sudorazione. Entrambi fanno sì che la pelle si tagli, generando le
ragadi.
3. Indossare scarpe con i talloni regolarmente esposti. Questo fa sì che la zona sia
continuamente esposta all’aria aperta e quindi si secchi maggiormente, arrivando anche a tagliarsi.
4. Gravidanza. L’aumento di peso porta ad una maggiore pressione sui talloni che, di
conseguenza, si seccano maggiormente e possono lacerarsi.
5. Età. Con il passare degli anni le cellule si disidratano ed hanno, come risultato, una pelle più secca e più a rischio di tagli.
6. Sovrappeso. Avere qualche chilo di troppo porta a scaricare il peso maggiore sui talloni che, di conseguenza, si seccano e possono portare all’insorgere di ragadi.
7. Mancata cura della pelle del piede. La mancanza d’idratazione e di giusti Trattamenti Specifici, porta la pelle a lacerarsi.
8. Problemi di salute (come diabete o il piede d’atleta) che possono portare all’insorgere di ragadi.
9. Cattiva circolazione nei piedi. Il sangue, non circolando in maniera ottimale, fa sì che la pelle sia più fredda e secca e che quindi si rompa più facilmente.
10. Continua sollecitazione e stress del piede. Stare troppo in piedi o camminare per molte ore, può causare la formazione di ragadi poiché, il tallone, viene sottoposto ad un’eccessiva pressione.
11. Disturbi della pelle, psoriasi o eczema. Il continuo grattarsi dato dalla presenza di queste malattie, porta la pelle (già secca) a tagliarsi e sanguinare.
12. Carenze nutrizionali, soprattutto di Vit. E, Ferro, Zinco, Calcio e Omega 3 (fattore non molto comune) che portano ad un assottigliamento della pelle e quindi ad una maggiore facilità di tagliarsi.

beach-1836461_1920
FAI MOLTA ATTENZIONE!
Quando hai una ragade, devi essere consapevole che hai una ferita; di conseguenza, c’è la possibilità che in essa si sviluppino funghi, batteri o virus (=infezioni).
Il lato “positivo” è che, tali crepe nei talloni, possono richiedere diversi giorni (o addirittura settimane) per svilupparsi.
Quindi, se sei in grado di riconoscerne i primi segni, puoi controllarle o addirittura prevenirne la formazione.
Sei curiosa di sapere quali sono questi segnali d’allarme?
Te lo dico subito.
Sai che sui tuoi talloni si stanno sviluppando le ragadi se hai alcuni di questi sintomi:
– Secchezza e prurito
– Sviluppo verticale delle lesioni. Se la pelle è troppo asciutta, puoi notare la comparsa di piccole crepe intorno al bordo del tallone.
– Dolore e sensibilità. Mentre cammini, la pressione esercitata sul tallone crea dolore a causa della lacerazione; i talloni risulteranno quindi irritati, sensibili e dolenti.
– Indurimento della pelle. Poiché perde umidità, la pelle diventa dura e ruvida, soprattutto sui bordi delle crepe; ciò porta ad un ritardo nel processo di guarigione.
Se noti uno dei sintomi appena esposti è meglio correre subito ai ripari.
Ma come fare per prevenire e combattere le ragadi?
Non ti preoccupare: sto per svelarti i miei segreti.
Non sia mai che, per colpa di una ragade, arrivi ad avere funghi o infezioni!
Ora ti spiego ciò che devi fare per i tuoi piedi.
Mensilmente recati a fare un pedicure professionale, la tua Estetista Specializzata saprà consigliarti al meglio!
Quotidianamente (meglio due volte al dì) applica una Crema Specifica per il tuo tipo di pelle del piede, facendo un piccolo massaggio per migliorare la circolazione.
Attenzione: nella scelta della Crema Domiciliare Specifica, fatti consigliare dal tuo Centro
Specializzato.
Per agevolare la chiusura della ragade, applica la Crema Specifica Ragadi all’interno della ragade, poi chiudila mettendoci sopra una sorta di Compeed, in modo che la crema possa lavorare al massimo e portare alla chiusura della ragade.
Anche in questo caso, nella scelta della Crema Domiciliare Specifica, rivolgiti al tuo Centro Estetico Specializzato di fiducia: saprà consigliarti al meglio in base alle tue esigenze.
Un altro consiglio che voglio darti riguarda l’igiene dei piedi.
Quando lavi i tuoi mani, fai attenzione ad utilizzare sempre un Detergente Specifico.
Inoltre, almeno una volta a settimana, fai una piccola esfoliazione e poi un pediluvio con azione disinfettante (acqua tiepida/calda con Sale e qualche goccia Olio Essenziale di Tea Tree o Timo o Menta Piperita o Eucalipto): questo eviterà che le tue ragadi si arrossino e che si infettino. Otterrai quindi un’ulteriore azione antibatterica.
Come già accennato, le ragadi possono essere causate anche da carenze nutrizionali.
In questo caso, prediligi cibi che contengano Vitamina E (mandorle, nocciole, basilico secco, olive, spinaci e broccoli), Ferro (ortaggi a foglia, lenticchie, ceci, fagioli, prugne, uva passa, carne rossa e tuorlo d’uovo), Calcio (latte, Yogurt, formaggio, Tofu, aringhe e cavolo verde), Acidi Grassi Omega 3 (latticini, tonno, sgombro e fagioli) e Zinco (aglio, funghi, salmone, tacchino, maiale, manzo e cioccolato nero).
È sempre meglio, comunque, avere il parere di un Esperto Nutrizionista.
Se soffri di ragadi o i tuoi piedi sono particolarmente secchi, è arrivato il momento di fare qualcosa.

Scritto da Barbara Turconi – Beauty Expert – Categoria insegnanti di Benessere e Bellezza per Mani, Piedi e Unghie.


BeautyTalk 60

vedi2

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...